Il potenziale della Creatività

Creatività - Biodanza - Virna Tagliaro

La creatività è la capacità di elaborare le informazioni dell'ambiente, i contenuti mentali attinti attraverso l'introspezione e i prodotti dell'attività immaginativa e fantastica, in modo da creare qualcosa di nuovo e di uscire da schemi comportamentali e di pensiero tradizionale.

La psicologia considera componenti del pensiero creativo l'originalità (vedere cose o relazioni in modo nuovo) la flessibilità (usare gli oggetti in modo non consueto, ma plausibile) la sensibilità (riconoscere problemi e legami fino ad allora ignorati) la fluidità (capacita di distaccarsi da schemi di pensiero consueto) e l'anticonformismo (pensare e agire in contrasto con le norme sociali più diffuse pur mantenendo un sufficiente adattamento alla vita sociale.

La creatività, secondo Rolando Toro, è una espressione innata nella specie, non è un frutto culturale. E' presente in tutte le forme viventi e parte dal corpo, non dalla mente.

È la capacità di espressione verbale e non verbale, di esplorare il mondo con fiducia, di scegliere e di innovare la propria esistenza.

Creatività è la consapevolezza della possibilità di farsi co-creatori della propria esistenza; è l'atto di vivere e di relazionarsi.

La creatività del pensiero libera dal malessere proprio in quanto svincola la mente dai condizionamenti acquisiti.